Blog

#GiuseppeUva: cadere dalle nuvole e farsi male

Condividi suShare on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Share on TumblrShare on LinkedIn2Email this to someone

Licenza di Tortura.tif

L’errore è mio come di chi ha deciso di sostenere Lucia Uva nella richiesta di verità e giustizia. Quello che abbiamo sbagliato è di aver creduto, ancora una volta, che non tanto la giustizia ma perlomeno la verità potesse trionfare.

Abbiamo aspettato questo giorno per sei anni, eravamo sereni e soprattutto io credevo che ora Lucia potesse fermarsi un attimo, fidarsi della giustizia, lasciare a loro il compito di arrivare alla verità.
In questi anni abbiamo (e sì, mi ci metto in mezzo perché ho vissuto al fianco di Lucia tutte le sue sconfitte e anche le sue vittorie) lottato per tante di quelle banalità che non avete idea. Tutto è difficile, così tanto che ho cambiato i parametri di cosa sia una “difficoltà”. Ad oggi ci siamo arrivati consumati, stanchi, ma a testa alta e con nel cuore la speranza di poterci fermare. Non ci pareva vero che Abate fosse stato rimosso dall’incarico, pensavamo di essere finalmente arrivati sulla strada giusta.

E poi ecco che crolla tutto, di nuovo, e insieme al tutto crolliamo anche noi.
Purtroppo non ho ancora sentito Lucia, vorrei parlarle ma soprattutto vorrei ascoltarla. E anche se non ci siamo ancora sentite, io so come sta.

Oggi il nuovo Pm ha chiesto il non luogo a procedere per tutte le imputazioni, tranne quella per “abuso di autorità” per la quale ha chiesto il rinvio a giudizio. Ora starà al Giudice, la decisione è sua. Dovrà decidere se accogliere la richiesta del pm o se respingerla.

Attendiamo.

 

0

Add a Comment